CORTILE MUSEO ARCHEOLOGICO | SAN LORENZO

Via San Lorenzo, 4

Il cortile di San Lorenzo è dominato dal prospetto della chiesa omonima, oggi sede del Museo Archeologico di Cremona. Fondata appena al di fuori delle mura del Castrum Romano nel 990 dal vescovo Olderico, la chiesa fu ricostruita agli inizi del XIII secolo, per poi subire rimaneggiamenti nel Cinquecento e a fine Settecento.

La chiesa, che presenta una pianta basilicale con tre navate scandite da colonne in marmo di Nembro, possiede i caratteri tipici dell’architettura romanica quali l’ampia articolazione degli spazi e la tipica decorazione a beccatelli dei fornici absidali, ancora oggi visibile da via Speciano.

A sinistra della facciata, invece, si erge il volume trilobato con copertura a cupola della quattrocentesca Cappella Meli: costruita nelle forme del primo Rinascimento lombardo, con finestre a ogiva, costoloni e fregi in cotto, custodì l’Arca dei Santi Martiri Persiani, tradizionalmente attribuita all’Amadeo nel 1482 e successivamente smembrata e reimpiegata nei pulpiti della Cattedrale.

Gli scavi compiuti negli anni Sessanta all’interno dell’edificio hanno portato alla luce i resti di una necropoli romana del I secolo a.C. e quelli di un edificio cimiteriale paleocristiano, come sembrerebbero testimoniare le tombe a inumazione trovate a ridosso dell’edificio.

Con la sconsacrazione avvenuta alla fine del XVIII secolo, l’edificio fu adibito ad usi impropri: come deposito e come palestra dell’adiacente Scuola Media Gerolamo Vida.

Fortunatamente la destinazione a sede museale, avvenuta nel 2009, ne ha favorito il completo recupero, sia dal punto di vista strutturale sia dell’apparato decorativo.

Il Museo costituisce lo sviluppo della vecchia Sezione Archeologica del Museo Civico e ne completa l’esposizione: attraverso i reperti rinvenuti dall’Ottocento fino agli scavi più recenti in piazza Marconi, il complesso museale restituisce l’immagine di Cremona Romana, sin dalla sua fondazione avvenuta nel 218 a.C., quando fu la prima città ad essere fondata dai Romani a nord del Po. La realtà di questo giovane Museo è costantemente in divenire e gli allestimenti continuano ad arricchirsi di nuovi oggetti e di nuove storie da raccontare.

Easy to Read: Cortile San Lorenzo PAF 2019