Classe 1968, è musicista e autore della scena indipendente italiana. Cantante e bassista dei One Dimensional Man negli anni Novanta, nel 2005 fonda il gruppo Il Teatro degli Orrori, con cui si cimenta nelle sonorità a lui consuete, Il mai celato amore per la poesia lo spinge a cimentarsi in reading letterari dei suoi lirici più amati. Nell’ opera di Capovilla sono certamente distinguibili la sua devozione per la tradizione del rock più sanguigno di matrice americana, l’affezione per la poesia e la drammaturgia russe, ma anche la passione civile e l’attaccamento ai valori democratici, sempre ribaditi nei concerti e negli incontri pubblici.

Iscriviti alla newsletter